Licenziamento disciplinare subito dopo le giustificazioni

il 16 Maggio 2016 Approfondimenti e Tag: con 0 commenti

In caso di licenziamento disciplinare, dopo le giustificazioni del dipendente, è possibile licenziare senza attendere il decorso dei 5 giorni.

A ribadirlo è la Corte di Cassazione che, aderendo al consolidato indirizzo delle Sezione Unite in materia, ha confermato che, nell’ambito di un provvedimento disciplinare, se il lavoratore si giustifica prima che scadano i cinque giorni previsti dall’art. 7 dello Statuto dei lavoratori , il datore di lavoro è autorizzato a recedere dal rapporto di lavoro anche senza attendere il decorso dei suddetti cinque giorni.

L’art. 7 dello Statuto dei Lavoratori prescrive che il datore di lavoro non può adottare alcun provvedimento disciplinare nei confronti del lavoratore, escluso il richiamo verbale, se – preventivamente – non gli ha contestato l’addebito e non gli ha permesso l’esercizio del diritto di difesa. La contestazione dell’addebito deve avvenire per iscritto e deve soddisfare i requisiti dell’immediatezza, della specificità e dell’immodificabilità. Prima di adottare un provvedimento sanzionatorio più grave del rimprovero verbale, tra cui certamente rientra il licenziamento disciplinare, il datore di lavoro è tenuto ad attendere cinque giorni dalla contestazione del fatto. Continua a leggere su gargano.pro

Add comment